lunedì 10 ottobre 2016

Che jeans di merda

Nelle vostre case, poggiate sulle librerie oppure su di un comò, ci sono foto che vi ritraggono negli anni 80? E non vale se negli anni 80 eravate solo bambini, a me interessa sapere se eravate adulti o adolescenti in quel periodo e se in casa vostra ci sono tracce di quell’infausta epoca.
Ci saranno foto dei vostri nonni in bianco e nero, foto di voi sposi, foto contemporanee dei vostri bellissimi bimbi, ma credo (anzi ne sono certa) non ci sono foto di voi con i capelli cotonati, di voi con i jeans a vita alta e a zompa fosso o di voi con le spalline e con qualche maxi maglione orrendo dai colori fluorescenti. Queste foto alla mercé di tutti non le espone nessuno ed è un bene.
L’altro giorno, mentre facevo zapping da un canale all’altro, mi sono imbattuta in una puntata di xfactor, delle esibizioni canore non me ne fregava un’emerita minchia, però la cosa che mi ha lasciato senza fiato sono stati i look delle ragazzine. Tutte belle e simpatiche, mica sto qua a criticare la giovinezza e la voglia di cantare, ma cazzo, cazzo, come erano conciate!
Quei jeans, santi numi, erano brutti 35 anni fa, ma come potrebbero essere belli ora? Con una vita quasi ascellare e con delle zip così lunghe che nemmeno il cuscino più grande del mio divano ce l’ha. Poi stretti da morire, corti, con delle tasche sul sedere grosse come la vela di una barca. No ragazze mie, questa non è la moda, questo è il suicidio del buon gusto. Dei jeans così brutti stanno male pure a una fotomodella. Ma come è successo? Fino a tre anni fa la vita dei pantaloni era così bassa che appena ti piegavi stavi col culo di fuori, che se avevi un po’ di maniglie dell’amore sembrava che il tuo corpo era diviso in due parti e poi avvitato a casaccio, le zip erano più corte di un accendino bic e le tasche di dietro stavano sotto le chiappe, però erano carini.
Ma di chi è la colpa di questo scempio? Chi è che ha fatto questo regalo alle nuove generazioni? H&M, ecco chi è stato. È evidente che lo stilista che ha ripescato quei jeans da uno dei suoi scatoloni, durante l’adolescenza ha avuto un sacco di problemi.
Caro stilista di H&M, io ti odio, hai fatto un casino, non si gioca con la vita dei jeans in questo modo. Sei un essere abbietto che ci ha riportato indietro di ben tre decadi, ci stai facendo rivivere momenti che tutte noi avremmo volentieri dimenticato, stai radicalizzando nelle nuove generazioni la convinzione che aver vissuto negli anni ’80 sia stata una gran figata. Che cosa vuoi ancora? Ci vuoi sbattere in faccia spalline spesse 4 centimetri? Ci vuoi lanciare addosso costumi interi e sgambati? Vuoi che le ragazze di oggi abusino di acidi e tinture per una permanente di merda? Vuoi forse farci rimpiangere i look delle Spice Girl?
Sto per dire una cosa forte, di cui forse un giorno mi pentirò, ma credo che negli anni 90 ci si vestiva meglio.
                                                          Magghi, grazie per l’incipit. 

Nessun commento:

Posta un commento