lunedì 24 novembre 2014

EMOTICON :)

Ammetto di avere una passione incontenibile per le emoticon. Ringrazio il cielo per questa stupenda invenzione e mi chiedo come ho fatto a vivere senza faccette per tutto questo tempo. So che tutto ciò potrebbe sembrare un po’ troppo infantile ma non me ne frega niente, anzi, voglio proprio dire che le emoticon non hanno età.
Io credo fortemente nella facciosità dell’essere umano e quando quella stronza di Lucy Van Pelt* dice a quel povero cristo di Charlie Brown che ha una faccia facciosa e lui non ne comprende il significato, io invece lo capisco benissimo!
Se la mia faccia fosse una faccia tonda e gialla ecco cosa succederebbe durante le mie giornate:
- madò, è appena entrato uno al negozio che mi ha chiesto di vedere dei boccali per bere il the, allora io ho detto “delle tazze vanno bene lo stesso?” ed ho fatto una faccia tonda gialla con occhi spalancati per esprimere stupore e incredulità.
- da non crederci, ho appena venduto una gonna taglia 42 ad una donna che porta la 46 ed è partita subito una faccia tonda gialla con goccetta di sudore che scende dalla fronte che sta a significare la fatica immensa che ho fatto.
- mio fratello mi dice “ti sto facendo l’illustrazione per oggi” la mia espressione è soltanto una faccetta tonda gialla con grande sorriso che vuol dire tanta gioia e felicità.
- M mi dice “ho pulito tutte le verdure, ora le cucino, così la cena è pronta” io rispondo con varie faccette tonde gialle: una che manda un bacio, una che ha gli occhi a forma di cuore e una che sorride. Un modo come un altro per esprimere tanto amore.
- dopo che mio nipote numero due mi ha detto “ti do un bazzucata in testa” io ho fatto una faccetta tonda gialla che imita la postura del soggetto del quadro di Munch, che ha la tipica espressione di uno shoccato, desolato e forse anche spaventato, mani sul viso e bocca spalancata.
- una signora entra in negozio e dice “ma quando iniziano i saldi?” e io riproduco faccetta tonda gialla che ringhia, che significa “ora mi incazzo perché i saldi iniziano tra due mesi e tu non puoi venire qui a rompere già le palle!
- al signore che abita nel mio condominio e quasi tutte le mattine mi dice che non ho parcheggiato bene il motorino, rispondo con faccetta tonda gialla con occhiali da sole, che vuol dire “me ne fotto”.
- agli psyco-messaggi vocali di mio padre rispondo sempre con faccetta tonda gialla che ride fino alle lacrime, perché al mondo poche cose sono così divertenti come i messaggi vocali di mio padre.
- alla prima sigaretta della giornata (dopo le ore 15) la mia espressione è faccetta tonda gialla con aureola, che vuol dire che mi sento molto vicina a dio.
- ho appena scoperto che le castagne che ho appena bollito (che avrei dovuto sbucciare per fare un dolce) sono tutte marce: faccetta tonda gialla con aria triste e lacrimuccia che scende giù per la guancia. Che delusione!
- dopo essere ruzzolata giù per le scale del magazzino la scorsa settimana ed essermi fatta malissimo una caviglia, la mia faccia era tutto un insieme di emoticon: una con goccia di sudore post trauma, una con lacrime, una con gli occhi sgranati per il turbamento e una con sorriso smagliante per la comicità dell’accaduto.
E se un giorno tutte le emoticon decidessero di sparire dai nostri telefonini e computer perché troppo frustrate ed oberate di lavoro?
E se un giorno il presidente delle emoticon decidesse di chiudere bottega e mandare a spasso tutte le faccette per il resto della loro vita?
E se un giorno tutte le loro mille espressioni si tramutassero in una sola ed unica espressione di indifferenza e distacco, se insomma un giorno non avessero più emozioni?
Se un giorno le emoticon perdessero il loro significato sono certa che opterebbero per una soluzione estrema e definitiva, un suicidio di massa e questo sarebbe ciò che vedremmo sui nostri piccoli schermi.
L’illustrazione è di mio, sempre ed emozionalmente, fratello Andrea Giacomantonio.
*Mi sono permessa di dare della stronza alla mia cara Lucy Van Pelt solo perché la conosco da più di trent’anni e so di cosa parlo!

Nessun commento:

Posta un commento