lunedì 28 maggio 2012

La noia-


Quando non ho proprio niente da fare io mi annoio.
Cerco sempre di trovare qualche attimo prezioso durante la giornata per annoiarmi, questi sono per me momenti di puro godimento. Quando mi annoio non faccio assolutamente nulla di edificante  o costruttivo, sto come un ebete, con le mani in mano, con lo sguardo fisso nel nulla, con la mente flaccida,  con il corpo pesantissimo ed il respiro lento. La noia è la fonte dei miei pensieri più brillanti. La mia giornata di solito è pienissima e lungi da me la sola idea di avere un hobby o una passione da praticare quando ho un attimo, il mio striminzito tempo libero lo passo crogiolandomi nel tedio più assoluto.
In generale preferisco annoiarmi al sole, seduta oppure sdraiata non ha importanza, annoiarsi al sole è una cosa che consiglio a tutti. Quando non c’è sole mi ammazzo di noia sul divano, con la tv spenta e nel silenzio più assoluto sfodero dei pensieri così geniali che mi impressiono da sola. Quando mi capita di annoiarmi anche a lavoro (cosa che succede raramente) mi considero una ragazza veramente fortunata. Un altro posto dove mi piace annoiarmi a morte è il bar, potrei stare seduta al tavolo di un bar senza fare niente anche per un’ora.  
Oggi, per esempio, che è lunedì ed è il mio giorno libero, ancora non sono riuscita a trovare un attimo per annoiarmi come piace a me.
Potrei fare come tutto il resto della gente che pensa di essere sana di mente, quindi potrei trovarmi qualcosa da fare, che ne so, tipo un corso di ceramica, un corso di canto oppure una corsa al parco, ma proprio non mi va, mi stanco solo al pensiero! Perché sprecare tempo prezioso in cui si potrebbe far niente e cercare invece altre cose da fare? Non è abbastanza piena la vita di obblighi, scadenze, incombenze e doveri? Perché metterci sopra altri carichi pesantissimi e sostanzialmente inutili? Se vado a correre quando ho un momento libero non è che divento un centometrista e se faccio un corso di canto non è che divento Barbra Streisand, è inutile forzare la nostra natura, è una perdita di tempo.
Ad ogni modo posso affermare con certezza che la noia batte tutte le discipline orientali che servono a farti rilassare, una buona mezz’ora di pura noia è cento volte meglio di una lezione di yoga, fidatevi.
Purtroppo devo constatare che nessuna delle persone che mi circondano ha un buon rapporto con la noia. Mia mamma credo che l’ultima volta che si è annoiata sarà stato quando era ancora in fasce costretta per forza di cose in una culla. Mia sorella idem, appena sente l’alito della noia sul collo si nasconde in qualche attività psicotica. Per non parlare di M, che durante la giornata può annoiarsi solo per 10 secondi, il tempo necessario per posare una chitarra e prendere il basso, posare il basso e prendere l’ukulele, lasciare l’ukulele e accendere il computer.
Loro non sanno cosa si perdono.
Per l’epilogo di questo post mi servirò di un’illuminante frase di un celebre poeta italiano, Giacomo Leopardi, che della noia era un grande intenditore e della noia ne ha fatto tesoro:
“La noia è in qualche modo il più sublime dei sentimenti umani”.
Pensate, se la gente si annoiasse di più il mondo sarebbe un posto pieno di poesia!

Nessun commento:

Posta un commento