lunedì 21 maggio 2012

Eureka!


Tutto sommato la mia vita mi sta bene così com'è, ma - c’è sempre un ma- ecco 4 piccole invenzioni che la  migliorerebbero notevolmente!

 1)Pentole commestibili.
 Mi piace lavare i piatti, mi rilassa a dir la verità, mi piace anche ripulire la                                                                                                    macchina a gas dopo averla schizzata di sugo ovunque, ma c’è una cosa che non mi piace per niente,  che odio, che faccio proprio perché bisogna farla, ed è lavare il pentolame. Casseruole, teglie, padelle, pentole e pentoline, le detesto tutte in egual misura. Per questo motivo mi sembra che i tempi siano maturi per inventare delle pentole commestibili, pentole che dopo averci cucinato dentro non devi far altro che mangiarle e il problema è risolto.  Si potrebbero creare delle pentole al gusto di pomodoro, altre alla cipolla, altre ancora all'olio di oliva, questo se si volesse potenziare il gusto del piatto che si cucina, oppure farne altre al gusto neutro per gli  amanti della cucina light.
Sarebbe una svolta epocale ed anche ecologica mangiare sia il contenuto che il contenente.

2)Calzini a scomparsa.
Se esiste anche solo uno di voi a cui piace stendere i calzini bagnati, ritirare i calzini asciutti, accoppiare nidiate di calzini sparuti, ecco, voi meritate tutta la mia stima. Per gli altri invece ho un’altra idea: calzini che spariscono. Dopo una giornata di scarpe da tennis o mocassini di cartone, il piede ha raggiunto un livello di sudorazione spaventoso, cose ne direste se la sera, quando vi togliete le scarpe per rilassarvi un po’ sul vostro lato preferito del divano, i vostri piedi si trasformassero in due fiori di arancio? Ecco cosa dovrebbe succedere secondo i miei calcoli scientifici: al mattino bevete una fialetta di acqua profumata, alla sera dopo aver tolto le scarpe, i vostri calzini si disintegreranno in una polvere intangibile, sottilissima e trasparente  alla fragranza di veri fiori di arancio siciliani. Il vostro soggiorno sarà pervaso da un profumo inebriante e per voi sparirà per sempre il problema di dover tumulare quei due cadaveri che un tempo erano i vostri calzini.     

3)Bye bye trippa
Sono certa che presto troverò qualcuno che finanzierà il brevetto della liposuzione fai da te. Fa un po’ schifo, lo ammetto, ma il risultato sarà eccellente. In sostanza propongo a chi ne ha voglia, di fasi installare una valvolina simile a quella che si usa per gonfiare i materassini o i canotti  in un angolo della pancia, poi ogni volta che se ne sente il bisogno, si può usare un tubino attaccato ad una specie di aspirapolvere e farsi risucchiare un po’ di grasso in eccesso. Ho parlato di pancia, ma la valvolina può essere applicata ovunque, sulle cosce sul culo, proprio dove si vuole. Ovviamente il tutto avverrà senza provare alcun tipo di dolore, mi sembrava sottinteso, ma è sempre meglio essere chiari sin dal principio.

4)Pattini elettrici. 
Sono così stanca di andare tutti i giorni in motorino, per non parlare della macchina, che per atro non ho, ma se l’avessi sarei stanca comunque; sono così snervata di rischiare tutti i giorni della mia vita proprio la mia vita, che mi servirebbero proprio dei pattini a motore. Non voglio più andare su due ruote, non vorrei andare nemmeno su quattro ruote, vorrei andare su otto ruote! I pattini che desidero non sono quelli che fanno adesso, che hanno solo due rotelle per piede, ma vorrei quelli di una volta, o a scarpetta o quelli con le fascette regolabili, in più con un bel motore elettrico a piede. Inoltre dovrebbero costruire delle piste per i pattinatori, ampie e ben spianate. Ma vi rendete conto della meraviglia? La mattina esco, prendo i pattini nell'armadio (che inoltre farebbero scendere in maniera vertiginosa il problema del traffico e dei parcheggi) e brum brum via a lavoro!
Per ora non desidero altro, vi sembra poco?

Nessun commento:

Posta un commento