lunedì 30 aprile 2012

Qashqai


Se sei il proprietario di un qashqai non ti farà piacere leggere questo post. Se sei il proprietario di un quashqai forse è meglio che tu lo venda al più presto e forse è meglio che tu riveda l’elenco delle tue priorità automobilistiche.
Sabato mattina sull’autostrada  Roma-Napoli che poi come per magia diventa Salerno-Reggio Calabria  (mentre andavo incontro al mio lungo week end tanto agognato)  abbiamo incontrato ben 5 piloti di quahsqai che credevano di guidare  una Ferrari a Maranello, commettendo una o più minchiate assai pericolose. Da qui è nato un nuovo assioma pienamente scientifico: per guidare un quashqai il requisito fondamentale è quello di essere un deficiente. Potreste anche pensare che si sia trattato un mero caso di coincidenze, però 5 minchioni su 5 fa diventare una coincidenza una verità assoluta.
Per quanto mi riguarda, inoltre, potrei estendere il requisito “deficiente” a tutti i possessori di suv e macchine giganti ed inutili in generale, in mancanza di prove per la mia ricerca scientifica però questa rimane una mia (forse non solo mia) sensazione, ovviamente perché noi ricercatori per poter lavorare siamo alla perenne ricerca di fondi!
A parte questo piccolo particolare il mio viaggio con M e Luiss è andato benissimo. Ho scritto di proposito che il mio viaggio è andato benissimo, perché il loro forse è stato un po’ obnubilato da un velato odio nei miei confronti!
Mentre loro due soffrivano un caldo bestiale li ho costretti a spegnere l’aria condizionata perché io avevo freddo, poi ho fatto montare l’antenna a Luiss per ascoltare la radio perché il cd che aveva fatto M per il viaggio non mi piaceva per niente, poi dopo aver ascoltato tutti i programmi radiofonici che mi piacevano ho chiesto gentilmente ad M di farmi ascoltare del suo cd solo le canzoni che conoscevo, infine all’autogrill avevo preso un cornetto gigantesco e ne avevo promesso metà ad M e ovviamente mi sono ricordata di darglielo solo quando era già finito.
Purtroppo sono sempre alla ricerca del viaggio perfetto!
La mia testa in questo momento è una tabula rasa, per due giorni ho rimosso clienti rompi palle, problemi casalinghi, viaggi in motorino e la città con i suoi tentacoli malefici, non mi resta in queste ultime 48 ore che uccidermi di cibo, di mare, di sole e di sonno!


Nessun commento:

Posta un commento